Home > Sport automobilistico > PEDAVENA – CROCE D’AUNE

PEDAVENA – CROCE D’AUNE

Gara in salita, tutt’ora organizzata, che, partendo da Pedavena arriva sino a Croce D’Aune. Le due prime edizioni (1971 e 1972) furono organizzate dall’Automobile Club Belluno e dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Feltre.

La competizione fu originariamente titolata 1° Trofeo Massimo Ferrazzi, in onore del pilota feltrino che era stato uno dei protagonisti locali della Coppa d’Oro delle Dolomiti.

Il Percorso si sviluppava, in quella prime edizioni su 8,5 Km con un dislivello di 676 mt. Con pendenza media di 7,9 %. La gara fu subito valida per il Trofeo Italiano Velocità in Montagna, ottenendo un immediato successo di pubblico e partecipanti. Non solo i piloti si iscrissero ma anche piloti blasonati della specialità. Sul duello “Noris” – “Amphicar” furono vissute le prime due edizioni, entrambe vinte dal secondo, che, si ricorda, fu vincitore di cinque edizioni della Coppa Nissena e soprattutto della 60^ Targa Florio (con Floridia). La terza edizione (1973) fu vinta da Franco Pilone, il cui nome è legato ai successi dell’Abarth. Dal 1974 al 1983, per problemi organizzativi, la gara fu sospesa.

Nel 1984, su iniziativa del Comitato Organizzatore “Amici della Pedavena Croce d’Aune”, con una leggera riduzione del tracciato originario, riprese lo svolgimento della gara. Anche in questa seconda fase la gara riscontrò un grande successo che culminò nel 1991 con la validità CIVM, che rimase dato costante in quasi tutte le successive edizioni. Il tracciato fu prolungato: nell’edizione del 1984 fu di km 7,8, dall’edizione del 1994 di Km 8,720 e, infine, dall’edizione 2008 è di km 10,22 arrivando fino a loc. Casere dei Boschi.

Il prestigio della gara è testimoniato anche dal livello dei vincitori (taluni plurivincitori): Ezio Baribbi, Romano Casasola, Pasquale Irlando, Simone Fagioli e Mauro Nesti.

Guarda le foto storiche nella photogallery